Cosa vedere in un giorno a Parigi

Cosa vedere in un giorno a Parigi

Cosa vedere in un giorno a Parigi? La capitale francese è così ricca di attrazioni che ci può essere l’imbarazzo della scelta. In un solo giorno si può scegliere di visitare il Louvre o i grandi viali e la Tour Eiffel. Noi vi proponiamo una camminata tra i quartieri più vivaci e “veri” della capitale.

Il nostro itinerario parte dai Giardini di Lussemburgo. Ci si può arrivare comodamente in metropolitana (vi consigliamo la fermata Notre Dame des Champs, ma vanno bene anche Vavin, Saint Placide o Rennes. Con la RER potete invece scendere a Luxembourg).

Parigi: i giardini di Lussemburgo e Saint Sulpice

I giardini sono piacevolissimi -e affollatissimi- in estate. Oltre al palazzo del Senato e ad un versione ridotta della Statua della Libertà ci sono il teatro delle marionette e i giochi per i bambini. Ma soprattutto sono luogo di riposo, quindi vale la pena passeggiare oziosamente lungo i vialetti e godersi l’ombra e la pace.

Uscendo dai Giardini di Lussemburgo a nord incamminatevi lungo Rue Bonaparte. Tenetevi però sulla destra: così percorrerete i piccoli giardini che corrono paralleli alla strada: Allée du Seminaire. In pochi minuti arriverete alla grande piazza Saint Sulpice a cui fa da fondale la famosa chiesa. La chiesa è famosa soprattutto per la sua meridiana, all’interno, e per la grande facciata. L’interno, monumentale, conserva alcuni dipinti di Eugène Delacroix e, pur essendo interessante, non ha il fascino di altre chiese parigine.

Saint Germains des Prés

Superata la piazza tornate su Rue Bonaparte (o la parallela Rue des Canettes) e percorretela fino alla chiesa di Saint Germains des Prés. La chiesa è quello che rimane di un’antichissima abbazia, estremamente ricca. Una volta era situata al di fuori delle mura cittadine (des prés) ma oggi è sostanzialmente in centro. Non solo è “in centro” a Parigi ma è anche “al centro” di uno dei quartieri più vivaci e frequentati della capitale francese.

Arrivando da Saint Sulpice si arriva sul fianco della chiesa affacciato sul Boulevard Saint-Germain. Conviene però proseguire su Rue Bonaparte per entrare in chiesa e successivamente girare attorno alla struttura passando sul lato nord (Rue de l’Abbaye) che offre splendidi scorci sulla chiesa. Percorrendo la strada si può fare una piccola deviazione su Rue de Furstemberg che porta in pochi passi ad una graziosa piazzetta, una delle tante piazzette caratteristiche di Parigi.
Tornando sui propri passi e proseguendo su Rue de l’Abbaye e Rue du Bourbon le Château si arriva in breve in Rue de Buci e da lì a poco ci si ritrova su Rue Dauphine.

Parigi: l’Île de la cité

Tra cosa si può vedere in un giorno a Parigi c’è di certo l’Île de la cité.
Percorrendo Rue Dauphine si arriva in breve al famoso Pont Neuf. Vale la pena spendere due parole sul ponte: si chiama infatti Ponte Nuovo, pur essendo il più antico di Parigi. Quando venne costruito, in pietra, venne infatti chiamato Ponte Nuovo, proprio perché a quell’epoca altri ponti precedenti permettevano di attraversare la Senna. Ma gli altri ponti a poco a poco andarono perduti mentre questo rimase… e gli rimase attaccato anche il nome. Il ponte attraversa il fiume appoggiandosi all’isola centrale di Parigi ed è una piacevole passeggiata che offre scorci meravigliosi su entrambi i lati della città. Dal Pont Neuf conviene spostarsi in Place Dauphine e da qui girare attorno al palazzo di giustizia per arrivare alla Sainte Chapelle.

La Sainte Chapelle è tra le cose da vedere in un giorno a Parigi

Quando si è sull’Île de la Cité viene quasi naturale precipitarsi a vedere Notre Dame, soprattutto adesso che è stata ferita dal rovinoso incendio del 2019. In realtà sull’isola c’è un altro -conosciutissimo- capolavoro: la Sainte Chapelle. Fu fatta costruire da Luigi IX come cappella reale del Palazzo per conservarvi le preziosissime reliquie in possesso della corona francese. È composta da due chiese sovrapposte: si entra da quella inferiore. Si tratta di una struttura relativamente bassa (meno di 7 metri) divisa in una grande navata centrale e due navatelle laterali. L’ambiente è volutamente poco illuminato per preparare il visitatore alla meraviglia della parte superiore.
Una volta salita la piccola scala a chiocciola che sale alla chiesa superiore non si può non rimanere a bocca aperta per la meraviglia. La struttura è ad un’unica navata quasi senza pareti sostituite da enormi vetrate colorate che illuminano l’interno.

Nella facciata, altrettanto impressionante, si apre l’enorme rosone, anch’esso realizzato attraverso sottili strisce di pietra riempite da vetrate colorate.

Cosa vedere in un giorno a Parigi: Notre Dame

Di certo, una cosa da vedere a Parigi in un giorno è la cattedrale di Notre Dame.

Dalla Sainte Chapelle, attraverso una breve passeggiata su Rue de Lutece (Lutece, Lutezia in italiano, era il nome romano di Parigi) si arriva al Parvis di Notre Dame, piazza centrale nell’isola al centro di Parigi, punto di partenza immaginario di tutte le strade di Francia. In fondo alla piazza si staglia la bellissima facciata di Notre Dame, la cattedrale di Parigi, ferita e sfigurata dall’incendio del 2019.

La facciata di Notre Dame. Si noti, tra le due torri, il tetto e la guglia, distrutti nell'incendio.
La facciata di Notre Dame. Si noti, tra le due torri, il tetto e la guglia, distrutti nell’incendio.
La Cattedrale di Notre Dame ferita: mancano il tetto e la guglia
La Cattedrale di Notre Dame ferita: mancano il tetto e la guglia

Parigi: l’Île de Saint Louis

Costeggiando il fianco nord della Cattedrale si possono notare le strutture gotiche della cattedrale; sul retro c’è un piccolo giardino che permette di osservare le strutture dell’abside della cattedrale. Da lì si passa facilmente, attraverso il ponte Saint Louis, all’isola con lo stesso nome. Nonostante le due isole della Senna siano vicinissime sono molto diverse. Mentre l’Île de la Cité è estremamente monumentale, l’Île de Saint Louis è sostanzialmente residenziale: tuttavia la seconda è più “vera”, molto meno turistica. Proprio per questo motivo vale la pena visitarla facendo una passeggiata.
Dall’isola di San Luigi attraverso il Pont Saint Marie si raggiunge la parte nord di Parigi e da lì in pochi minuti si raggiunge l’Hôtel de Sens.

Cosa vedere in un giorno a Parigi: il Marais

L’hôtel de Sens è uno dei palazzi più belli e caratteristici di Parigi, anche se è stato pesantemente modificato rispetto all’aspetto originario. La struttura è molto antica (antecedente al 1366) ed è stata sede dell’arcivescovo di Sens anche se è stata ricostruita e modificata più volte.

Dall’hôtel de Sens si raggiunge Rue de Rivoli, si passa davanti alla chiesa di Saint Paul e proseguendo lungo Rue Saint Antoine si arriva all’hôtel de Sully. Questo palazzo seicentesco è uno dei più grandi e complessi del quartiere. Una delle particolarità di questo palazzo è che attraverso il suo giardino è possibile entrare in Place de Vosges – punto d’arrivo della nostra passeggiata.

La Place de Vosges (nata come Place Royale) è una delle più grandi e belle, oltre che la più antica, piazze di Parigi. Inaugurata nel 1612 in occasione delle nozze di Luigi XIII con Anna d’Austria. Oggi la piazza è un grande punto di ritrovo con grandi giardini e fontane.


Trova un alloggio a Parigi

Booking.com

Acquista su amazon.it un articolo correlato a Parigi

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.