La cascata di Tret, un’escursione spettacolare, breve e molto faticosa

La cascata di Tret, un’escursione spettacolare, breve e molto faticosa

Nei pressi di Tret si trova la bellissima cascata del Novella che in questo punto compie un salto di oltre 100 metri, prima di scavare un canyon. La cascata di Tret è sicuramente una delle attrazioni più conosciute della zona, e ne ha ben donde: una volta arrivati alla base della cascata non si può non rimanere impressionati dalla forza della natura. Il sentiero da percorrere a piedi, poi, è davvero breve e ben segnalato. Tornare indietro, invece, è molto faticoso soprattutto se si è andati su e giù per il canyon del Rio Sass tutto il giorno.

Arrivare a Tret e lasciare la macchina

E’ bene chiarire che Tret è un paese minuscolo e sparso nelle campagne della Val di Non. I servizi fondamentali sono sparsi tra le diverse, piccole e rurali casette che compongono il paese. L’auto si può lasciare nel piccolo posteggio posto all’inizio dei sentieri o nei pressi. Solitamente trovare posto non è complicato anche se effettivamente gli stalli sono pochi e se si dovesse capitare in un giorno particolarmente affollato si potrebbe essere in difficoltà.

Dal piccolo posteggio si dipartono di due sentieri principali: quello che sale in cima alla cascata, e quello che invece scende alla sua base. Se il primo è semplice e quasi completamente pianeggiante è anche meno suggestivo (vedere le cascate dall’alto è sempre poco gratificante). Il secondo sentiero scende invece alla base della cascata.

Il sentiero per la base della cascata di Tret

Le tempistiche che si trovano sulle segnalazioni all’inizio del sentiero sono veritiere: il sentiero per la base della cascata di Tret si può completare in una decina di minuti. Si può arrivare a quindici se ci si ferma di tanto in tanto ad ammirare il panorama.

La prima parte del sentiero è in leggera discesa al limitare di campi coltivati e successivamente si addentra nel bosco. Poco dopo il bivio con il sentiero che proviene dalla valle del Novella il sentiero si dirige nettamente verso la base della cascata e lo fa con una scalinata ripida che in pochi minuti colma diverse decine di metri di dislivello. E’ necessario tenere presente che se si decide di tornare per la stessa strada sarà necessario ripercorrere questi gradoni in salita e potrebbero rivelarsi particolarmente faticosi, sia per bambini che per gli adulti. Intendiamo: non sono nulla d’infattibile ma sono decisamente faticosi, soprattutto se si decide di percorrere il sentiero alla fine di una giornata impegnativa (i pochi minuti di percorrenza possono, insomma, trarre in inganno).

La cascata di Tret

La cascata di Tret
La cascata di Tret

Una volta arrivati alla fine del sentiero ci si trova di fronte alla spettacolare cascata del Novella. Il sentiero permette di arrivare molto vicino al salto d’acqua che essendo piuttosto alto (più di 100 metri in totale) tende a frangersi in piccole goccioline e il vento creato dalla stessa cascata porta l’acqua tutto intorno.

Subito dopo la cascata il torrente Novella riprende il suo corso: per passare da un lato all’altro è stato costruito un comodo ponticello che permette di proseguire nel sentiero. L’unica cosa che manca nella zona è una zona di sosta: l’area attorno alla cascata è molto selvaggia e non permette di fermarsi e mettersi a sedere per ammirare lo spettacolo.

Leggi anche: Fondo: su e giù per il canyon del Rio SassFondo: su e giù per il canyon del Rio Sass
Il Rio Sass è un torrente che nel corso dei millenni ha scavato un impressionante canyon nei pressi del paese di Fondo, in provincia di Trento… Il

Acquista su amazon.it un articolo correlato alla cascata di Tret

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.