Come e perché visitare Ercolano (e le differenze con Pompei)

Come e perché visitare Ercolano (e le differenze con Pompei)

Meglio Ercolano o Pompei? L’annosa domanda attanaglia i turisti da anni e probabilmente non troverà mai una risposta definitiva. Ma come e perché visitare Ercolano? Perché è meglio di Pompei? Come si visita Ercolano? Proviamo a rispondere ad alcune di queste domande.

Perché visitare Ercolano (e preferirla a Pompei) con i bambini

Come e perché visitare Ercolano
Gli scavi di Ercolano

Ercolano ha enormi vantaggi rispetto a Pompei, soprattutto se la si visita con bambini. Prima di tutto è (molto) più piccola: in un’ora – magari con la guida – si visitano le case principali e la visita dell’interno complesso dura poco di più. Inoltre, molto spesso, le case sopravvissute all’eruzione del 79 d.C. hanno un secondo piano, il che significa che si può fisicamente entrare nelle case e avere un’idea di com’erano gli ambienti. ma questo significa anche un’altra cosa fondamentale in caso si sia in giro con i bambini: ombra. Al contrario di Pompei che è una distesa sterminata di strade e antiche dimore sotto un sole implacabile (d’estate), ad Ercolano è più semplice trovare refrigerio. Inoltre, la struttura stessa degli scavi: attorniati da pareti di roccia a picco, offrono in alcune ore del giorno un minimo di ombra. Da notare che anche ad Ercolano non mancano dipinti, mosaici, interni interessanti anche se, ovviamente, in misura minore rispetto a Pompei.

Come visitare Ercolano con i bambini

Se si vuole visitare Ercolano con i bambini è necessario pagare una guida. Naturalmente non è obbligatorio, ma ve lo consigliamo fortemente. Per due motivi principali: nonostante il luogo non sia enorme è comunque dispersivo e la guida vi guiderà immediatamente verso le cose più importanti da vedere, inoltre saprà affabulare con più sicurezza. In secondo luogo vi farà notare moltissimi dettagli che a voi probabilmente sfuggirebbero.

Per il resto: un paio di scarpe comode, zainetto con acqua e vestiti adatti sono sufficienti: nonostante la città abbia più di 2000 anni e sia rimasta sepolta per gran parte della sua storia non presenta particolari difficoltà di esplorazione per i più piccoli.

Come arrivare agli scavi di Ercolano

Ad Ercolano, come in tutti i paesi attorno a Napoli, i posteggi scarseggiano: per questo motivo è fortemente consigliato il treno (circumvesuviana). Dalla stazione di Napoli Porta Nolana, si arriva agli scavi di Ercolano attraverso due linee: quella che porta verso Sorrento (e gli scavi di Pompei) e quella che porta verso Poggiomarino. Una volta scesi alla stazione di Ercolano Scavi è sufficiente percorrere la strada di fronte alla stazione (una vera e propria strada di paese: peccato, sarebbe stato bello ricavarne un viale pedonale) per arrivare all’area degli scavi in pochi minuti.

Cosa non va agli scavi di Ercolano

La barca in esposizione al museo di Ercolano Scavi
La barca in esposizione al museo

Sebbene gli scavi di Ercolano siano un posto eccezionale, ci sono diverse cose che non vanno, come a volte accade in Italia: ad esempio il museo associato e parte integrante del percorso di vista non sempre è aperto, essendo affidato a dei volontari che fanno quello che possono. Tra i reperti più importanti qui conservati segnaliamo una barca carbonizzata ritrovata quasi intatta e perfettamente restaurata.

La più grande mancanza però, è il punto di ristoro. In realtà ci sarebbe una specie di bar, all’interno degli scavi, ma è senza personale e un po’ di refrigerio lo si può avere solo tramite alcuni distributori automatici. I bagni, poi, sono in condizioni pietose e assolutamente insufficienti a fronteggiare il flusso di turisti.

Leggi anche: I tre obelischi di NapoliI tre obelischi di Napoli
Napoli è una città tentacolare e complicatissima – soprattutto il suo enorme, millenario centro storico. Nel centro storico della città di Napoli ci sono anche tre obelischi (o guglie)… Napoli

Leggi anche: Parigi: meglio visitare il Louvre o il d’Orsay?Parigi: meglio visitare il Louvre o il d’Orsay?Il museo del Louvre e il museo d’Orsay sono di certo i due musei più celebri di Parigi. Ma se si dovesse scegliere, sarebbe meglio visitare il Louvre o il d’Orsay? Vediamo i vantaggi e gli svantaggi di uno e dell’altro…Il

Trova un alloggio a Ercolano

Booking.com
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.