La Deposizione di Antelami, spiegata ai bambini

La Deposizione di Antelami, spiegata ai bambini

La Deposizione dalla Croce di Benedetto Antelami spiegata ai bambini: la simbologia dell’artista medievale illustrata ai bambini (grandi e piccoli).

Per prima cosa dobbiamo dire che la Deposizione dalla Croce di Benedetto Antelami si trova nel transetto destro della Chiesa Cattedrale di Parma. Si tratta di un bassorilievo che rappresenta il momento in cui Cristo viene deposto dalla croce dopo la morte, tuttavia nella rappresentazione sono presenti molti altri personaggi. Le scritte (in latino) presenti sul bassorilievo aiutavano a capire meglio la scena (per i visitatori di oggi non sono così chiare).

La Deposizione di Benedetto Antelami
La Deposizione di Benedetto Antelami

La parte centrale e la parte sinistra della Deposizione di Antelami spiegata ai bambini

Al centro c’è Cristo già in parte staccato dalla croce. Sul braccio orizzontale della croce si legge “Ihesus Nazarenus rex Iudeorum” ovvero il classico INRI di moltissime croci moderne. Da notare come sia difficilissimo interpretare la scritta per noi lettori moderni. Giuseppe di Arimatea sorregge Cristo (nel frattempo gli bacia il costato – nessuno aveva mai rappresentato questo momento, prima). Il braccio di Gesù viene sorretto da Maria aiutata dall’arcangelo Gabriele.

La figura più bassa tra Maria e Giuseppe di Arimatea rappresenta la Chiesa vincitrice abbigliata con abiti liturgici. In una mano tiene lo stendardo con la Croce e nell’altra il calice con il sangue di Cristo. Dietro a Maria si trovano San Giovanni – con le mani che si tengono a vicenda (è un gesto di dolore) – poi Maria Maddalena, Maria di Giacomo e Maria Salomé (le ultime due hanno una mano aperta: si chiama “gesto della testimonianza”, ovvero ci confermano che Cristo è davvero il Messia).

La Deposizione di Benedetto Antelami (dettaglio)
La Deposizione di Benedetto Antelami (dettaglio)

Il lato destro della Deposizione di Antelami

Dall’altro lato c’è Nicodemo, su una scala, che si appresta a staccare il secondo chiodo. La figura più piccola (contrapposta alla Chiesa dall’altra parte) è la Sinagoga a cui l’arcangelo Raffaele china la testa (che ha gli occhi chiusi a simboleggiare il fatto che gli ebrei non hanno visto e non hanno creduto alla grandezza di Cristo). Lo stendardo che regge è spezzato, sempre in contrapposizione a quello integro della Chiesa dall’altra parte.

Subito dietro c’è un centurione romano con altri cinque soldati, due dei quali indicano Cristo. Il centurione esclama (naturalmente in latino) “Veramente costui era figlio di Dio“. Più in basso altri uomini (due con la barba e due senza) si giocano a dadi la veste di Cristo. Il dettaglio della veste è importante, al di là del richiamo biblico, perché è la prima volta che in Italia, un’opera d’arte di questo tipo ha diversi piani di lettura.

La Deposizione di Benedetto Antelami (dettaglio)
La Deposizione di Benedetto Antelami (dettaglio)

In due ghirlande, ai lati della composizione, si trovano il Sole e la Luna. Naturalmente il Sole illumina la parte sinistra (la Chiesa trionfante) e la Luna illumina, al contrario, con la sua debole luce, la parte destra (la Sinagoga).

Tutta la composizione è circondata da un motivo a ghirlande tipico del periodo, mentre si è notato come Antelami abbia riassunto in quest’opera diverse tecniche e diverse suggestioni: provenzale, bizantina, borgognona…

Chi ha scolpito la deposizione e quando

Una delle caratteristiche di quest’opera è che è firmata e datata. Sopra alla Croce c’è infatti una scritta che corre per tutta la lunghezza dell’opera e recita: “ANNO MILLENO CENTENO SEPTVAGENO / OCTAVO SCVLTOR PAT(RA)VIT M(EN)SE SE(C)V(N)DO // ANTELAMI DICTVS SCVLPTOR FVIT HIC BENEDICTVS“, ovvero, tradotto dal latino medievale: “Nell’anno 1178, il secondo mese, uno scultore fece (quest’opera). Questo scultore fu Benedetto detto Antelami“. Da notare che il “secondo mese”, nel medioevo, era aprile. Quindi l’opera fu completata nell’aprile del 1178.

Acquista un articolo su Amazon.it correlato alla Deposizione di Benedetto Antelami


Leggi anche: Assunzione della Vergine di Correggio, spiegata ai bambiniAssunzione della Vergine di Correggio, spiegata ai bambini L’Assunzione della Vergine è l’affresco di Correggio che decora l’interno della cupola del Duomo di Parma: la spieghiamo ai bambini (e a chiunque sia interessato) analizzando la simbologia utilizzata da CorreggioAssunzione

Leggi anche: Il battistero di Parma, spiegato ai bambiniIl battistero di Parma, spiegato ai bambini Il battistero di Parma è certamente il più originale degli edifici in Piazza Duomo. Per questo il battistero di Parma va spiegato ai bambini… Il

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.