Le sei migliori città europee per camminare, secondo il Guardian

Le sei migliori città europee per camminare, secondo il Guardian

Il giornale britannico Guardian, ha pubblicato una lista delle sei città europee da visitare camminando. Secondo il giornale inglese, passeggiare per le città è il modo migliore di conoscerle. Vediamo quindi quali sono le sei città europee per camminare.

Berlino

Il Duomo di Berlino
Il Duomo di Berlino

Prima nella lista delle sei città europee da visitare a piedi è Berlino. La capitale tedesca è sempre stata, in realtà, un agglomerato di diverse comunità più piccole. All’inizio della sua storia fu una città doppia: Berlino/Cölln, poi inglobò diverse cittadine poste più lontane come Charlottenburg, oggi pieno centro cittadino. Infine, naturalmente, il muro divise in due la città per più di vent’anni. E queste due anime si vedono ancora oggi. E solo percorrendola a piedi si rendono evidenti. Ma non c’è solo il contrasto tra est e ovest, tra Kurfürstendamm e Alexanderplatz. Ci sono molti altri contrasti in Berlino: il grande parco del Tiergarden e il traffico sui grandi viali, gli edifici ultramoderni di Potsdamer Platz e quelli più antichi dell’isola dei musei.

Città nata (relativamente) recentemente, Berlino è quasi completamente “camminabile”, soprattutto nel su celeberrimo viale Unter den Linden che porta dalla Porta di Brandeburgo al Duomo e – proseguendo – ad Alexanderplatz.

Trieste

Trieste - una delle sei città da visitare a piedi - vista dal Molo Audace
Trieste – una delle sei città da visitare a piedi – vista dal Molo Audace

Il capoluogo del Friuli-Venezia Giulia è sicuramente una meravigliosa città da scoprire a piedi. Enormemente più piccola di Berlino ma, sorprendentemente, più dispersiva, è la più “austriaca” delle nostre città. A piedi si può percorrere il bellissimo lungomare con il molo Audace, fermarsi al meraviglioso caffè degli specchi in Piazza unità d’Italia o salire alla Cattedrale.

Per chi vuole spingersi un po’ più in là e ha gambe buone, c’è la spettacolare passeggiata Napoleonica, in partenza da Opicina, che offre viste impagabili sul Golfo di Trieste.

Marsiglia

Probabilmente, la più sorprendente delle città nella lista del Guardian. Marsiglia di certo non è tra le mete turistiche più frequentate d’Europa, e nemmeno di Francia. Eppure è una città che ha fatto molto, negli ultimi anni, per incrementare il turismo. Da città prettamente portuale, si sta trasformando e si prepara ad accogliere sempre più turisti, pronti a riversarsi nelle piccole vie del porto vecchio, sul sagrato della grande Notre-Dame de la Garde o tra gli edifici del primo novecento che caratterizzano le vie più moderne della grande città del sud della Francia.

Lisbona

Non sorprende trovare la capitale del Portogallo tra le sei città europee da visitare a piedi. Delle grandi capitali europee è quella che probabilmente ha sofferto di meno il turismo di massa ed è riuscita a conservarsi più autentica. I suoi antichi quartieri, costruiti sulle colline attorno al centro, sono ancora costituiti da piccole casette basse che conservano un fascino inarrivabile. Ed è proprio in questi quartierini e nelle loro piazzette che si trova la Lisbona più autentica, dove il cibo è ancora ottimo, fresco e casalingo. Ed è proprio in questi quartieri che è più piacevole passeggiare, per poi ritrovarsi, all’improvviso, nella grande Praca do Comercio.

Copenhagen

La capitale danese è sempre stata considerata una città “ciclabile” più che “pedonabile“, ma in realtà non sorprende trovarla nella lista. Sebbene enorme dal punto di vista geografico, Copenhagen ha un centro storico piuttosto circoscritto e molto caratteristico che si può scoprire davvero solo camminando a piedi. Copenhagen ha la caratteristica di avere piccoli quartieri popolari alternati a grandi e solenni piazze. Dalle piccole vie del centro ci si può quindi trovare all’improvviso davanti al grande palazzo di Cristiansborg o ai giardini di Tivoli, o ancora al castello di Rosenborg circondato dal suo superbo parco. Attenzione, però, quando si decide di visitare la capitale danese a piedi: l’alternanza delle piccole vie con i grandi e monumentali palazzi farà perdere facilmente il senso della misura e si percorreranno chilometri senza accorgersene.

Siviglia

L’ultima città della lista è la spagnola Siviglia. In questo caso, però, davvero non c’è altro modo che visitarla a piedi. Le affascinanti strade della cittadina andalusa sono punteggiate di monumenti importantissimi come la Cattedrale, l’Alcazar, la Torre del Oro, o la grande Piazza di Spagna. Tutti questi luoghi si devono raggiungere a piedi per vivere e quasi respirare il fascino di Siviglia

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.