Come e dove vedere i dipinti di Leonardo da Vinci

Come e dove vedere i dipinti di Leonardo da Vinci

I dipinti di Leonardo da Vinci sono tra i più famosi al mondo, soprattutto grazie alla personalità del genio fiorentino. Ma dove si trovano i principali dipinti di Leonardo? Come è possibile vederli?

Come prima cosa va detto che i dipinti di Leonardo da Vinci sono relativamente pochi, a questi vanno aggiunti alcuni disegni particolarmente famosi a livello mondiale (Isabella d’Este, l’Uomo Vitruviano), ma si tratta in tutto di una trentina di opere, spesso fiore all’occhiello del museo in cui si trovano.

Certo: tutti sanno che la celeberrima “Gioconda” si trova al museo del Louvre di Parigi, ma dove si trovano gli altri dipinti di Leonardo da Vinci? E com’è possibile – se è possibile – vederli? Vediamo quindi come e dove vedere i principali dipinti di Leonardo da Vinci.

Firenze

L'annunciazione di Leonardo da Vinci
L’annunciazione di Leonardo da Vinci

La città che diede i natali a Leonardo (in realtà il genio nacque ad Anghiari) conserva ancora alcune delle sue opere. Agli Uffizi si trovano infatti la famosissima “Annunciazione” e l’incompiuta “Adorazione dei Magi“. La mano di Leonardo è sicuramente presente anche nel “Battesimo di Cristo” di Verrocchio: sono di Leonardo l’angelo e il paesaggio.

Milano

La città d’adozione di Leonardo, dove vi trascorse diversi anni a servizio di Ludovico il Moro, conserva alcune opere. Il dipinto più importante conservato a Milano è di certo “L’ultima cena“, capolavoro assoluto di Leonardo, studiatissimo e famoso in tutto il mondo, anche per le vicende di conservazione ad essa legate. Si trova nel refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie, patrimonio Unesco. Nello stesso refettorio, sulla parete opposta all’ultima cena, si trova una Crocifissione. Leonardo lavorò anche a questa, dipingendone, ai lati, i ritratti del Duca di Milano e dei suoi figli. Sebbene l’ingresso al refettorio sia pubblico, è contingentato con code di prenotazione lunghissime.

Sono di mano di Leonardo gli intrecci vegetali del castello Sforzesco, di cui però rimane poco. Alla pinacoteca ambrosiana, inoltre, è conservato il “Ritratto di un musico“, questo sì, perfettamente conservato.

I dipinti di Leonardo a Parigi

Leonardo da Vinci trascorse gli ultimi anni della sua vita in Francia e qui si trovano quindi alcune sue opere che, dopo alterne vicende, sono state raccolte al Louvre. Di mano di Leonardo sono certamente la Gioconda, la prima versione della “Vergine delle rocce“, il “San Giovanni Battista” e “Sant’Anna, la Vergine e il Bambino con l’agnellino“. Di mano del maestro probabilmente anche un “Bacco“. Sempre nella capitale francese, sempre al Louvre ma nella parte dedicata ai disegni si trova il ritratto di Isabella d’Este.

Abu Dhabi

Per motivi diversi, due dipinti di Leonardo da Vinci si trovano ad Abu Dhabi. Il primo è la “Belle Ferroniére“, appartenente al Louvre e “prestato” al Louvre di Abu Dhabi. Il secondo è il “Salvator mundi“. La storia di quest’ultimo quadro è così particolare che vale la pena raccontarla brevemente. E’ ormai accertato che lo dipinse Leonardo, ma poi se ne trassero diverse copie e dell’originale si persero le tracce. Il quadro fu sottoposto e ripitture e riverniciature fino a quando, dopo il restauro venne riconosciuto come l’originale di Leonardo. A quel punto venne messo all’asta e venduto per la cifra record di 450 milioni di dollari. Ad acquistarlo l’istituto per la cultura di Abu Dhabi.

Monaco di Baviera

La Madonna del garofano di Leonardo da Vinci
La Madonna del garofano di Leonardo da Vinci, immagine tratta da https://www.sammlung.pinakothek.de licenza CC BY-SA 4.0

Nella città tedesca è conservata la “Madonna del garofano“. Anche la storia di questo quadro è alquanto particolare. Si sa che Vasari lo vide nel 1550 quando era proprietà di Papa Clemente VII, poi per tre secoli se ne perdono le tracce e riappare nel 1886 presso il dottor Haug di Gtinzburg che lo cede all’Alte Pinakothek di Monaco di Baviera, dove si trova ancora oggi.

Washington

Nella capitale degli Stati Uniti, precisamente alla National Gallery of art sono conservati due dipinti di Leonardo. Il celeberrimo “ritratto di Ginevra de’ Benci” (acquistato dagli USA nel 1967) e la “Madonna Dreyfus“, ma di quest’ultima opera l’attribuzione non è del tutto certa.

Negli Stati Uniti (a New York) si trova anche una copia della “Madonna dei fusi“, presso una collezione privata. Un’altra copia della Madonna dei fusi si trova anche ad Edimburgo.

Città del Vaticano

Presso la pinacoteca Vaticana è conservato il famoso incompiuto “San Girolamo“.

I dipinti di Leonardo a San Pietroburgo

Anche il museo dell’Ermitage può vantare due dipinti di Leonardo da Vinci: si tratta della “Madonna Benois” e della “Madonna Litta” (probabilmente non del tutto di Leonardo).

Cracovia

Al museo nazionale di Cracovia si trova la celeberrima “Dama con l’ermellino“, uno dei punti più alti raggiunti dalla pittura di Leonardo.

Parma

Alla galleria Nazionale presso la città emiliana è conservato non un dipinto, ma un disegno: la famosa “Scapigliata

Londra

Nella capitale del Regno Unito è conservata la seconda versione della “Vergine delle rocce” e un cartone di Sant’Anna.

Venezia

A Venezia non ci sono dipinti di Leonardo da Vinci ma alle Gallerie dell’Accademia si trova esposto il famosissimo “Uomo vitruviano“, il disegno di Leonardo che illustra le proporzioni del corpo umano.

Torino

Anche a Torino non ci sono dipinti del genio del Rinascimento ma è conservato – presso la Biblioteca Reale – il famosissimo “Autoritratto” che poi ha fatto da modello per l’immagine di Leonardo al cinema e nelle opere di grafica.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.