Una gita all’isola di Bua e spiaggia Kava

Una gita all’isola di Bua e spiaggia Kava

Abbiamo fatto una gita all’isola di Čiovo (Bua, in italiano) e alla famosa spiaggia Kava. Bua è una grande isola che si estende da Traù fino davanti a Spalato; quella di Kava è una delle spiagge più famose dell’isola. Bua è raggiungibile da Spalato con un servizio regolare di barche e che servono la tratta Spalato-Bagno di Bua (Slatine)-Traù.

Kava beach

Ci siamo presentati al porto con un po’ d’anticipo sulla partenza della barca che è arrivata puntuale. Una volta saliti (abbiamo pagato al momento) ci siamo fatti placidamente trasportare fino a Slatine (Bagno di Bua) dove siamo scesi.

Da Slatine a spiaggia Kava

Una volta scesi a Slatine abbiamo chiesto al cellulare di mostrarci l’itinerario per spiaggia Kava. Tre chilometri di sentiero, la prima parte su strada asfaltata. Facile, pensiamo. Intanto, mangiamo qualcosa. Poi ci mettiamo in cammino. All’una del pomeriggio, sotto il sole assassino di luglio, tre chilometri a bordo spiaggia dove l’ombra maggiore è data da qualche cespuglio assetato sembrano 50km nel deserto.

Arriviamo a Kava beach arrancando sui gomiti, pregando che sulla spiaggia ci fosse un bar o qualcosa di similare che vendesse da bere. C’è. Lo assaliamo come se davvero non bevessimo da tre giorni. Il giovanotto mi guarda sorpreso nel vedere la velocità con cui mi scolo la mezza naturale che mi aveva appena venduto.

Il sentiero che porta alla spiaggia in realtà è molto semplice: quasi tutto in pianura, a parte un paio di punti in cui ci sono delle lievi salite (fattibilissime). Il pericolo maggiore è dato in realtà dalle auto che passano in entrambe le direzioni. Su questo aspetto è importante aggiungere una nota: noi siamo andati in periodo COVID e la spiaggia era comunque satura, sia di persone che di autovetture. Non esiste un posteggio ma le auto si fermano dove possono, ai margini della strada/sentiero. Tuttavia andare a Kava in auto è sicuramente il metodo migliore perché si evitano i 3km (più 3 al ritorno) di passeggiata che abbiamo fatto noi. Vista l’alta concentrazione di persone, però, è sicuramente preferibile arrivare al mattino presto, altrimenti si rischia di non trovare posteggio e percorrere la strada/sentiero con il picco del traffico è sicuramente frustrante oltre che fonte di code che si formano con una certa frequenza.

Kava beach

Arrivati alla spiaggia e finalmente dissetati ci siamo potuti godere la fantastica spiaggia Kava. E’ una piccola spiaggia, o, meglio, un’insieme di piccole spiagge e calette che si affacciano su un’insenatura molto ampia che guarda verso la terraferma.
Non è una spiaggia attrezzata, se si fa eccezione per il già citato chiosco delle bibite (niente da mangiare, però) e quindi non aspettatevi ombrelloni, docce, sdraio o servizi similari. E’ una spiaggia libera, di ciotoli e con l’acqua sufficientemente bassa per consentire il bagno ai bambini, ma non offre nessuna attività di supporto.

La fama della spiaggia è dovuta soprattutto al fatto di essere immersa nella natura: non essendoci strutture umane nel raggio di alcune centinaia di metri la rendono contemporaneamente facile da raggiungere ma abbastanza selvaggia da conservare ancora intatto il suo fascino.


Trova un alloggio all’isola di Bua

Booking.com

Acquista su amazon.it un articolo correlato con l’isola di Bua

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.